Vuole imporre il “pizzo” per l’occupazione di una baracca e picchia vittime: arrestato

NAPOLI – Un cittadino rumeno 21enne  ha cercato di costringere 3 connazionali a pagare il “pizzo” per l’occupazione di una baracca, prospettando alle vittime che solo cosi’ avrebbero potuto abitare “tranquillamente” nel campo nomadi. L’atto di sopraffazione e’ stato tentato nel campo in via Brecce a Sant’Erasmo, nei pressi del quale i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli, intervenuti d’urgenza  questa notte a seguito di richiesta di aiuto al 112, hanno individuato e sottoposto a fermo il responsabile: Ionut Iancu, 21enne, ritenuto responsabile di tentata estorsione e di lesioni personali. I militari dell’arma hanno accertato che il giovane aveva minacciato tre connazionali (un 25enne, una 33enne e una 45enne) per costringerli a consegnare 240 euro al mese per una baracca, passando a vie di fatto con una violenta aggressione al loro rifiuto di sottostare all’odiosa richiesta. Alla vista dei militari l’uomo si e’ dato alla fuga a piedi ma e’ stato bloccato dopo un breve inseguimento.
Uno degli aggrediti, l’uomo, ha riportato “trauma contusivo alla regione cervicale ed escoriazioni multiple” guaribili in 3 giorni. Il fermato e’ stato associato alla casa circondariale di Poggioreale.




Print Friendly



Utenti online

Ci basta un like!

Se ti piace questo sito fai click sul pulsante sotto!