Un fermo immagine dei video acquisiti dai carabinieri di Macerata Campania (Caserta) nel corso delle indagini che hanno portato agli arresti domiciliari un'insegnante della scuola Falcone di Recale, comune della provincia di Caserta, 9 maggio 2016.
ANSA/ CARABINIERI 
++HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

Botte ed offese razziste in aula, nei guai maestra d’asilo

RECALE- Un avviso di conclusione delle indagini emesso dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere è stato notificato a un’insegnante di 63 anni, R.V., accusata di avere maltrattato e fisicamente e verbalmente i suoi alunni in una scuola elementare di Recale dove prestava servizio. I maltrattamenti, anche a sfondo razziale (nella classe c’erano anche figli di cittadini stranieri), sono andati avanti per circa 5 mesi – dall’ottobre del 2015 al marzo del 2016 – e furono documentati dai carabinieri che nell’aula installarono dei sistemi di videoregistrazione.
Una parte delle famiglie dei bambini maltrattati, annunciano gli avvocati Salvatore Gionti, Carmen Posillipo e Vincenzo della Morte, si costituiranno parte civile all’eventuale processo. (Ansa)






Print Friendly



Utenti online

Ci basta un like!

Se ti piace questo sito fai click sul pulsante sotto!