battistarusso

Futsal serie B, il Saviano batte il Marigliano nel derby con super Russo Battista

SAVIANO –  Buona la terza. Il Saviano al terzo tentativo di vincere un derby c’è riuscito con la squadra che ha un roster forse più organizzato per competere in alto rispetto alle altre. Il risultato del PalaLeo non lascia nessun dubbio. Il Saviano è uscito vittorioso per 5-3 ai danni del Futsal Marigliano. La gara si è giocata su ritmi impressionanti. La squadra di casa recuperava  in extremis Melise e Calabrese cosi come anche la squadra di mister Florio schierava  Russo e Quaglietta dati fino all’ultimo in forse. Il Marigliano si  presentava con alcuni ex come il capitano Russo, Bellico e Langella convocato in extremis per le cattive condizioni fisiche di alcuni giocatori e il ds Lino Somma . I primi minuti sono di marca nero verde e infatti al 5 il Saviano si porta in vantaggio con una rete di Pazzi che è bravo a ribattere in rete. Il Marigliano perde Campano per infortunio e il Saviano si rende pericoloso con Melise e Russo,ma al 10 su schema d’angolo è bravo Di Santo a trafiggere Caputo. La squadra di mister Centonze non si scompone e dopo nemmeno un minuto trova il raddoppio con un tiro da fuori di De Luca che passa sotto le gambe del portiere ospite Battistone. Nemmeno il tempo di esultare che i neroverdi si portano sul 3-1 con D’Amico che è bravo a sfruttare un assist di De Luca. Il Saviano ha il pieno controllo del match e potrebbe arrotondare di più il suo bottino prima con Calabrese e poi con Russo che colpisce il palo. A quattro minuti dal termine della prima frazione di gioco il Marigliano si riporta sotto con Langella. Il secondo tempo il Marigliano entra in campo più spavaldo e inizia a pressare alto. I ragazzi di casa cercano di reagire ma gli ospiti hanno in mano il pallino del gioco e al 8 trovano la rete con l’altro ex di turno Bellico che solo in area segna all’incolpevole Caputo. La rete del momentaneo pareggio potrebbe tagliare le gambe a qualsiasi squadra ma non ai lupi neroverdi che spinti dai numerosi tifosi inizia a rendersi di nuovo pericolosa. Al 14 è il Russo del Saviano, meglio conosciuto come Battista, che regala alla platea un gol magistrale con un bolide che va ad infilarsi sotto la traversa che il portiere ospite non può far altro che raccoglierlo dentro la rete. Esplode il PalaLeo, ma ci sono ancora sei minuti da giocare e il Marigliano si rende pericoloso con Russo, che colpisce il palo. La pressione della squadra ospite si affievolisce anche perché sono caricati di cinque falli e infatti a due minuti dalla fine il Saviano beneficia di un tiro libero che il capitano Russo piazza alle spalle del portiere ospite. Ora la festa è completata gli ultimi secondi fanno da preludio alla festa di fine gara. Ancora una volta i ragazzi neroverdi si sono regalati un sabato da incorniciare sempre con una squadra costruita con altri obiettivi rispetto ai padroni di casa.

L’INTERVISTA  – A fine gara il capitano Russo Battista è entusiasta:  “La partita l’abbiamo preparata bene in settimana,allenandoci bene insieme al mister ma senza Melise e Calabrese che abbiamo recuperato in extremis ,  la differenza con le altre due gare con le squadre campane non è tanta anche perché con Alma Salerno siamo stati sfortunati visto che vincevamo fino a pochi minuti dalla fine così come a Casoria con Lpg”. Battista dopo aver vinto con il Saviano i playoff della serie C1 è ritornato a Saviano  trovando altri compagni e un altro mister: “Il mio rapporto con il mister é ottimo così come i miei compagni di squadra, siamo un bel gruppo tutti con l’unico intento quello di remare dalla stessa parte e fin qui tranne qualche passo falso ci stiamo riuscendo visto il gioco espresso, Mister Centonze oltre ad essere un ottimo allenatore é in primis una grande persona dove ti dà modo di esporre il proprio pensiero e insieme trovare una soluzione”. Dopo gli ultimi risultati positivi raggiunti in casa con squadre blasonate come Mirafin, Lido di Ostia e Marigliano qualcuno potrebbe pensare di spostare gli obiettivi, ma il capitano getta subito l’acqua sul fuoco “il nostro obiettivo è la salvezza e rimarrà tale, noi ci giochiamo ogni partita come una finale così come abbiamo fatto fino ad oggi poi alla fine tireremo le somme. La cosa fondamentale – continua il capitano del Saviano – dobbiamo continuare a lavorare così come stiamo facendo ed insieme al mister Centonze potremmo raggiungere qualsiasi obiettivo, Saviano e considerata davvero la mia seconda casa fortunatamente quest’anno sono stato scelto come capitano e ciò mi ha reso davvero felice oltre ad esserne orgoglioso, il rapporto con i tifosi ? Praticamente posso dire i nomi di tutte le persone che entrano al palazzetto ( e non sono poche)perché in fondo questo è lo sport a Saviano ” un tutt’uno tra squadra e tifosi”, nel mio piccolo ho girato un po di campi a livello nazionale ma di tifosi così mai visti, mi sento savianese e ne vado fiero”.






Print Friendly



Utenti online

Ci basta un like!

Se ti piace questo sito fai click sul pulsante sotto!