Lace top 4

Nola: il 118 viene deportato al Cis, Biancardi: “Rischio per salute cittadini”

NOLA- Pronto il trasferimento del 118 di Nola nel Cis, sale la preoccupazione delle istituzioni locali. In particolare quella del sindaco di Nola Geremia Biancardi che lancia l’allarme: “I soccorsi sarebbero troppo lenti”. La vicenda è venuta fuori lo scorso giugno quando l’Asl ordinò lo sgombero dei locali del 118 dell’ospedale di Nola, dando ufficialità alla notizia del trasferimento del presidio presso il Cis. Da allora si è cercato di evitare il passaggio, ma con scarsi risultati.

“Il 118,  e sopratuttto la salute dei cittadini,  non può essere deportato al Cis- dichiara Biancardi che continua a ricevere le preoccupate sollecitazioni della comunità  rispetto al trasferimento dell’equipe del 118 alloggiata presso l’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola.  “Siamo certi e convinti – evidenzia il primo cittadino – che la Regione Campania e l’Asl Na 3 Sud non mortificheranno ulteriormente questo territorio, sottraendo alla popolazione un importante presidio a tutela del diritto alla salute”. “In un’area che cerca di fare da sé, spingendo verso i Comuni cardioprotetti, appare un controsenso che si proceda nella direzione di mettere in pericolo la vita delle persone con l’intempestività di un servizio che, trasferito al CIS, rischierebbe di non assicurare in tempo il soccorso necessario”.  “Siamo certi che così come assicurato dai vertici dell’Asl Na 3 Sud – conclude Biancardi –  tutto ciò non accadrà”.

No Banner to display








Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com