lutricuso

Omicidio in discoteca, killer condannato a 23 anni

NAPOLI- Il Tribunale dei Minorenni di Napoli ha condannato a 23 anni di reclusione S.I., detto ‘o malegno”, minorenne all’epoca dei fatti, accusato di essere l’esecutore materiale dell’omicidio di Maurizio Lutricuso , consumato il 10 febbraio 2015 all’esterno della discoteca “Private One” nel comune di Pozzuoli. Le indagini, svolte dalla Squadra Mobile e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni, hanno accertato la responsabilità del minorenne in concorso con Vincenzo Costagliola , entrambi aderenti al clan dei Sibillo-Giuliano, operativo nell’area Forcella Duchesca Maddalena della città e meglio conosciuto come “la Paranza dei Bambini”. Il delitto fu consumato per futili motivi e conseguenza di un banale litigio con la vittima.. Per il medesimo reato Costagliola è già stato condannato dal Tribunale di Napoli a 20 anni di reclusione.






Print Friendly



Utenti online

Ci basta un like!

Se ti piace questo sito fai click sul pulsante sotto!