Imprenditore finto povero sottrae 25 milioni al Fisco

SALERNO- La Guardia di Finanza ha effettuato la confisca di immobili per un valore di 600 mila euro nella disponibilità di un noto imprenditore e del suo nucleo familiare. L’imprenditore edile è residente nella provincia di Salerno e, più precisamente nella Valle del Diano, ed è il legale rappresentante di 6 aziende operanti nella provincia di Vicenza. Gli immobili, del valore di 600.000 euro, sono nei comuni di Padula e Camisano Vicentino. L’attenzione delle Fiamme Gialle si è concentrata su un gruppo di 6 società riconducibili al predetto imprenditore che, nel corso degli anni, mediante mirate artifici contabili e false fatturazioni hanno inquinato i bilanci societari. Le aziende sottoposte a indagini hanno fatto emergere costi fittizi per oltre 25 milioni di euro, generati al fine di ottenere un illecito risparmio di Iva per 5 milioni di euro, oltre ad un’evasione di Irap pari a 1,4 milioni di euro. La frode fiscale compiuta aveva consentito l’accumulo di un cospicuo “tesoretto”, ma la rilevante sproporzione dei redditi dell’imprenditore e del suo nucleo familiare non è sfuggita ai segugi del Fisco, che non si sono fatti irretire da astuti tentativi di fittizia intestazione dei beni immobili ora confiscati dalla Guardia di Finanza.


No Banner to display








Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com