E’ Raffaele Soprano il presidente della Fondazione Festa dei Gigli

Nola- La Fondazione “Festa dei Gigli” ha il presidente: si tratta di Raffaele Soprano chiamato a presiedere  un Cda che ha assegnato la funzione di vice presidente ad Agostino Santaniello ed il  ruolo di  tesoriera  ad Angela Celentano.

Nel consiglio di amministrazione della fondazione anche don Lino D’Onofrio,  rappresentante della Curia ed Antonio Daniele, cui sono state affidate le funzioni di segretario.

“La politica ha fatto un passo indietro nominando persone nuove, non vincolate a partiti – ha sottolineato il sindaco Biancardi – e di  questo devo ringraziare l’intero consiglio comunale, in modo particolare la maggioranza e le liste civiche che fanno  capo a  Franco Ambrosio per l’impegno e il lavoro profuso in questi mesi per il bene della festa. Entro il 15 maggio sarà presentato il nuovo regolamento che cambierà anche le regole dell’assegnazione; questo è un anno importante per la nostra città e per le nostre tradizioni”.

Nuove regole dunque, ma soprattutto collaborazione e sinergia tra Fondazione e comunità. Obiettivo cardine del neo progetto è rilanciare la Festa nei circuiti mediatici nazionali ed internazionali delle feste popolari. A breve, come prevede lo statuto, sarà nominato il direttore artistico della fondazione. Possibile la nomina del maestro Roberto De Simone, regista teatrale, compositore, musicologo, drammaturgo ed etnomusicologo di fama internazionale, grande appassionato della Festa dei Gigli per la quale, nel 1977, compose anche una canzone.

“Sono onorato di far parte della fondazione  – ha dichiarato il neo presidente della fondazione Raffaele Soprano – il cui obiettivo è quello di rilanciare una festa, che è un volano per l’economia della città”.

E tra i traguardi vicini, in questo momento il posto d’onore spetta sicuramente al riconoscimento Unesco. La prossima tappa che vedrà impegnata la “rete delle grandi macchine a spalla”, della quale oltre a Nola fanno parte anche Sassari, Viterbo e Palmi calabro, è prevista per il 17 maggio a Torino nell’ambito del Salone Internazionale del Libro. Un evento importante per le quattro città e le rispettive feste che vedrà la partecipazione di una rappresentanza per ogni singola comunità.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online