Un flash mob per San Paolino, l’ultima frontiera della fede e della festa

Il busto di San Paolino

Il busto di San Paolino

NOLA- L’ultima frontiera della fede (e della festa dei gigli): il flash mob per San Paolino. E’ la novità (ma ci sarà anche un concerto di campane) ‘inventata’ in occasione dei festeggiamenti per la traslazione delle reliquie di San Paolino (avvenuta nel 1909 in occasione dell’inaugurazione della nuova cattedrale dopo l’incendio del 1861). I maestri di festa dei gigli e della barca 2013 si incontreranno nei pressi della statua di San Paolino in via Ottaviano Augusto per raggiungere in processione piazza Duomo dove, alle 18.30, ci sarà il concerto di campane che anticiperà il Pontificale officiato dal vescovo monsignor Beniamino Depalma. Al termine si svolgerà “Canto per Paolino”, flash-mob canoro dei Cori della Diocesi di Nola diretti dal Maestro Carlo Morelli, direttore del coro giovanile del San Carlo di Napoli. Intanto giovedì 16 maggio nuovo appuntamento con il “Maggio dei Libri”. Il salone dei Medaglioni del palazzo vescovile ospiterà, alle 18, il giornalista Michele Mezza, autore del libro “Avevamo la luna”. Saranno presenti, oltre l’autore, monsignor Beniamino Depalma, vescovo di Nola, mons. Pasquale D’Onofrio, vicario generale della curia di Nola, il senatore Luigi Compagna, ordinario di storia delle dottrine politiche, Massimo Milone, giornalista, direttore Rai Vaticano e Gianfranco Nappi. A coordinare i lavori sarà  l’avvocato Francesco Franzese.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com