A Tufino i 12 apostoli del cambiamento. Un gruppo di giovani ‘scuote’ la comunità

TUFINO- Undici uomini ed una donna. Dodici apostoli del rinnovamento di Tufino. Dodici firmatari di un manifesto che ha fatto molto discutere nella cittadina perché inatteso e dai contenuti pesanti. Francesco Balletta, Mauro Bifulco, Nando Calzoni, Carmine Capilongo, Aniello B. Galeotafiore, Giampiero Giacchino, Natale Menna, Salvatore Perna, Serena Pinto, Domenico Piscitelli, Franco Rufino, Giuseppe Russo sono i firmatari di un documento affisso ai muri del paese. Una disanima di trenta anni di cattiva amministrazione, scrivono i giovani , che poi chiedono: “Rimbocchiamoci le maniche”.

Perché Tufino “attraversa il periodo più brutto della sua storia” e si trova ad affrontare emergenze in ogni campo, dalla scuola ai servizi sociali, dall’ambiente all’occupazione. Le accuse sono forti, come quella di una gestione ‘clientelare’ dell’affare rifiuti, che ha inciso anche sulla salute dei tufinesi. “Mai nessuna delle amministrazioni che si sono succedute ha tutelato l’interesse cittadino senza ledere quello dell’altro”. “Mai una politica distesa sui contenuti, sui programmi sventolati e mai realizzati, solo scontro verbale e non dialettico”.

La disanima è senza appello, non solo sull’ambiente, ma anche sulla scuola (“sta per essere smantellata ed accorpata a Roccarainola”), e sul futuro dei giovani “relegati nel cantiere della noia e delle pigrizia”.

Una analisi senza innocenti. Ma chi sono questi dodici ragazzi? Lo spiega Mauro Bifulco a ilgiornalelocale.it: “Siamo giovani di Tufino che hanno deciso di smuovere questo paese fermo da tantissimi anni. Come dice il manifesto vogliamo lanciare un input ai tufinesi per rimboccarsi le maniche e provare a fare qualcosa, visto che da molti anni le famiglie egemoni non hanno realizzato nulla per il nostro piccolo paese”.

La loro è una speranza, un grido di allarme, ma anche un’ancora di salvezza lanciata ai tufinesi per il momento solo con un manifesto. Alla comunità starà ora raccogliere questo sos. O ignorarlo.

Il manifesto: ManifestoBianco (1)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com