Bomba in un cantiere, l’ombra del racket a Camposano -FOTO

CAMPOSANO- Un boato poco dopo la mezzanotte di martedì. Questo forse il segnale del racket a Camposano. Era da poco passata la mezzanotte quando una bomba carta di grosse dimensioni è scoppiata in via Marconi,  a pochi metri dal passaggio a livello della Circumvesuviana, dinanzi il cantiere di uno show room in costruzione. La deflagrazione, fortissima, non è stata sentita solo dai residenti ma fino alla vicina Cicciano. Attimi di paura, poi l’arrivo sul posto dei carabinieri della stazione di Cimitile. Quel boato era stato provocato dallo scoppio di un ordigno artigianale piazzato forse per intimidire l’imprenditore che sta costruendo questa particolare e riconoscibilissima struttura che ospiterà negozi e forse un ristorante. Un edificio di 2500 metri quadrati lesionato dallo scoppio, anche se i danni fortunatamente sono limitati. La bomba ha rotto un vetro e divelto delle mattonelle, il danneggiamento ammonta a poche migliaia di euro. I militari dell’Arma hanno sentito i proprietari, che hanno escluso di avere subito minacce o intimidazioni. La pista seguita è comunque quella del racket. L’ultimo episodio del genere, nel luglio del 2011, quando una bomba carta esplose dinanzi l’abitazione privata di un avvocato a Faibano. Ecco le foto:

 

Print Friendly, PDF & Email