Emergenza rifiuti a Cicciano, avanti (adagio) con la raccolta

di Nello Lauro

CICCIANO – Un’altra giornata difficile dal fronte rifiuti. Da quasi 72 ore la città è sommersa dai rifiuti perché i mezzi destinati alla raccolta e gestiti dal bacino Na3 sono sprovvisti delle necessarie assicurazioni. Un disagio a cui il Comune di Cicciano ha cercato da ieri di porre rimedio anticipando la somma di 25mila euro e provvedere così alle autorizzazioni per far ripartire i mezzi. Ma anche questa mattina nessuna novità. E già dalle prime ore il sindaco Raffaele Arvonio e il neoconsigliere delegato all’Ambiente Aniello Pizza si sono recati all’ufficio Ecologia per cercare di dare una soluzione a un problema sempre più serio. Grazie al comune di Roccarainola che ha fornito due mezzi e quelli a disposizione del comune è cominciata la raccolta dei rifiuti in città. Con molta difficoltà e lentamente anche perché i mezzi sono piccoli e la spazzatura da raccogliere per le strade cittadine è tanta con le operazioni di pulizia che potranno potrarsi fino a tarda sera. “Stiamo cercando di fare il possibile – ha detto il neo delegato Aniello Pizza subito costretto a fronteggiare un’emergenza –  per risolvere la situazione che si è creata, i ragazzi lavoreranno ad oltranza”. Concetto simile espresso dal sindaco Raffaele Arvonio:  “E’ una situazione difficile ma stiamo facendo tutto il possibile da parte nostra per assicurare il servizio alla cittadinanza”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online