Fiat, l’azienda proroga la cassa integrazione nel polo di Nola

NOLA- Un anno di proroga per la cassa integrazione dei 295 lavoratori del polo logistico Fiat di Nola, e’ stata richiesta dal Lingotto per terminare la riorganizzazione della struttura. La cig per riorganizzazione aziendale, infatti, sarebbe scaduta il prossimo 15 luglio, e la Fiat chiede la proroga fino al 13 luglio del prossimo anno. E’ quanto ha comunicato la stessa azienda ai sindacati ed alla Regione Campania, presso la quale dovra’ poi tenersi l’esame congiunto tra le parti. Nella comunicazione ai sindacati, la Fiat ha sottolineato che il piano di riorganizzazione per ”portare il centro logistico della sede di Nola ad eccellenza logistica, e di porre le basi affinche’ il centro stesso possa porsi come punto di riferimento per un perimetro piu’ ampio di clienti”, ha previsto anche interventi logistici e formativi del 90 per cento del personale, ma anche che sono state necessarie ”numerose revisioni e adeguamenti del programma originario” per la complessita’ delle operazioni, che hanno fatto emergere la necessita’ di altri interventi. Da qui la richiesta di un altro anno di cig, che da un lato fa tirare un sospiro di sollievo ai numerosi operai che temevano la mobilita’ dopo la scadenza del 15 luglio prossimo, anche se, dall’altro, arriva la richiesta dell’avvio delle attivita’ nella struttura, che da anni e’ quasi completamente ferma. Da Fiat, pero’, arriva l’apertura a concordare con i sindacati e le rsa ”titolate” le modalita’ di ”rotazione del personale sospeso”, sulla base di eventuali attivita’.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online