Roghi agricoli, Roccarainola sugli scudi. Altri Comuni nolani non pervenuti

ROCCARAINOLA- Ad una settimana dal secondo incontro tra comuni, forze di polizia, coldiretti, agricoltori e cittadini, nulla si muove in merito ai roghi agricoli, gli incendi di sterpaglie che puntualmente d’estate appestano l’aria soprattutto in territori a (quasi scomparsa) vocazione agricola come quello nolano. Pochi giorni dopo la seconda tappa del summit per la task force svoltosi a Saviano, solo il Comune di Roccarainola, lo scorso 28 maggio, ha emanato una ordinanza a firma del sindaco Raffaele De Simone per vietare in maniera assoluta i falò di foglie secche. Pena multe che vanno dai 50 ai 300 euro. Dopo quella ordinanza non ne sono state emanate altre da parte dei Comuni che hanno aderito all’appello. Il Comune di Roccarainola ospiterà (il prossimo 14 giugno) anche la terza tappa degli incontri, cui sono invitati a partecipare tutti i sindaci del Nolano, i carabinieri della locale stazione, il Corpo forestale dello Stato, la Polizia provinciale, il Forum Ambiente, l’Asl Napoli 3, la Coldiretti, il Comune di Avella.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com