Siamo uomini o…matador? Tra De Laurentiis e Cavani ormai è divorzio alla napoletana

di Saverio Quatrano

NAPOLI- Il futuro di Cavani, come ormai è noto da diversi mesi, è in bilico tra Napoli e le squadre più blasonate europee. Il presidente De Laurentiis è una persona che non le manda certo a dire, ed ecco puntuali le sue parole in merito al futuro di Cavani, rilasciate ai microfoni di Radio Rai : “Non penso Cavani andrà via il 10 agosto(ultimo giorno disponibile per acquistare Cavani tramite la clausola rescissoria di 63 milioni di euro). Al di là della clausola, confido nell’uomo Cavani. Se lui non vorrà essere uomo farà questo scherzo, ma siccome credo che lui sia un uomo vero ,allora sicuramente rimarrà a Napoli e se deciderà di andare via lo farà in tempi ragionevoli. La questione Cavani si dovrà risolvere non oltre il 20 luglio, altrimenti gli sfascio la testa”. Al Matador non sono certo piaciute le dichiarazioni del suo presidente, e dopo la gara Uruguay Tahiti della confederation cup , non si è fatta attendere la sua risposta : “Le dichiarazioni del presidente sono state pesanti e molto forti. Mi dispiace molto. Ora voglio parlargli in faccia”. La guerra fredda tra il Matador e De Laurentiis è ufficialmente iniziata, quasi simile a quella dello scorso anno, quando ad inizio luglio il presidente dichiarò che se Cavani avesse chiesto un ulteriore adeguamento dell’ingaggio lo avrebbe spedito per un anno in tribuna. Il saggio Aurelio dodici mesi fa capi che dopo aver perso Lavezzi non poteva lasciar andar via anche Cavani, e accontentò il suo numero 7 con un contratto da 5 milioni di euro annui ed inserendo la famosissima clausola rescissoria da 63 milioni di euro. Dodici mesi dopo il nostro presidente si farà guidare dal buon senso dello scorso anno, o continuerà la sua diatriba con il matador e i suoi agenti? A detta del presidente, per conoscere il finale di questa lunga vicenda di mercato, dobbiamo attendere non più di 26 giorni. Il conto alla rovescia è iniziato, i tifosi del Napoli sono stanchi di questa storia. Vogliono e meritano maggiore chiarezza.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com