Fusione tra Cicciano e Nola, tifoserie in attesa tra polemiche e speranze

nola_1925di Saverio Quatrano

CICCIANO/NOLA- Le indiscrezioni su una possibile fusione tra l’Asc Cicciano e il Nola hanno suscitato un certo scalpore tra i tifosi ciccianesi e nolani. I più preoccupati da tale progetto sono sicuramente i sostenitori biancorossi, che anche attraverso i social network hanno espresso i loro dubbi e le loro perplessità su una fusione che porterebbe la squadra biancorossa a trasferirsi di nella città dei gigli, acquisendo denominazione e colori del Nola 1925. L’altra faccia della medaglia è rappresentata dai tifosi nolani, che dopo la non iscrizione in serie D, avrebbero l’occasione di ripartire in Eccellenza con l’obiettivo di lottare subito per le prime posizioni. Negli ultimi giorni le possibilità di una fusione, per la gioia dei tifosi ciccianesi,si sarebbero ridotte : il Cicciano ha fissato la data del ritiro il 12 agosto, sta allestendo la nuova rosa per la stagione 2013/2014 ed ha iniziato gli stage per il nuovo settore giovanile. Un’estate tribolata per i supporter ciccianesi, che ad inizio luglio hanno sognato ad occhi aperti la serie D, e che nel giro di pochi giorni hanno temuto di dover trasferirsi a Nola. Se per la prossima stagione il pericolo è quasi del tutto scampato, il discorso potrebbe essere riaperto la prossima estate. Tutto dipenderà dall’accordo tra amministrazione comunale di Cicciano e società del presidente Coppola per la semina e la gestione dello stadio Magnotti.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online