Incendio cereria, dopo 11 giorni il Comune di Nola “indica” le norma igieniche da seguire

incendio3SAVIANO/NOLA- Undici giorni dopo l’incendio alla cereria Nappi di Saviano e con un avviso diramato al momento solo sul profilo Facebook dell’Ufficio stampa, il Comune di Nola avvisa la cittadinanza sulle “norme igieniche da seguire”. Un avviso firmato Geremia Biancardi che scatena una serie di polemiche sul ritardo con cui, dopo giorni di domande dei residenti su come comportarsi visto il persistere del fumo scaturito dal rogo, si interviene per informare la cittadinanza. L’avviso sindacale assicura che nell’immediatezza dell’incendio dello scorso 14 luglio “sono stati prontamente attivati gli Enti preposti alla vigilanza igienico, sanitaria ed ambientale” e che dopo il sopralluogo dell’As Napoli 3 Sud avvenuto lo scorso 24 luglio, al Comune di Nola veniva comunicato che in attesa dell’esito delle analisi dell’Arpac  “per il  momento in via precauzionale si raccomanda di consigliare alla popolazione di intensificare il ricorso ad una corretta prassi igienica durante il consumo degli alimenti. In particolare effettuare un attento e pedissequo lavaggio dei prodotti ortofrutticoli prima del consumo”. “Si rappresenta- continua la nota-  che al momento non è nota la natura degli inquinanti che si sono liberati a seguito dell’incendio, in particolare per le sostanze maggiormente pericolose, avendo queste un basso peso molecolarenon è prevedibile  il luogo di ricaduta sul suolo.”

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online