Si apre l’anno di padre Arturo, Visciano e il Nolano in festa- fotogallery

di Bianca Bianco

VISCIANO- Il 6 luglio si è aperto ufficialmente l’anno “arturiano”. L’anno dedicato a Padre Arturo D’Onofrio del quale quest’anno è cominciato il processo di beatificazione. Con una partecipata cerimonia nel cortile del campanile di Visciano, alla presenza di numerosi fedeli e dei primi cittadini dell’Agro nolano, oltre che dei sacerdoti della Opera della Redenzione arrivati da tutto il mondo, il vescovo della diocesi di Nola Beniamino Depalma ha dato inizio alle celebrazioni del “santo viscianese”, il sacerdote che con le sue missioni e le sue iniziative di solidarietà ha saputo costruire un patrimonio di fede in tutto il territorio. “Abbiamo un grande dovere- ha detto padre Beniamino nel corso della sua omelia- gridare il vangelo ai quattro angoli della terra. Perché chi costruisce su Gesù, costruisce sulla roccia”. “P=adre Arturo- ha aggiunto- è un uomo che ha fatto spazio a Dio nella sua vita. Per lui Dio non era una ipotesi, bensì l’unica vera realtà. Il resto è soltanto fenomeno, impressione. La ricchezza di padre Arturo è che si è reso conto della bellezza di Dio e gli ha aperto il cuore ed ha misurato i ritmi del suo cuore sul cuore di Dio. Padre Arturo ha fatto entrare Dio nel suo cuore, e con lui tutti i poveri ed i giovani abbandonati. Con Dio nel cuore di Padre Arturo sono entrati compassione, tenerezza e misericordia. Così è diventato l’uomo della compessione, della tenerezza, della misericordia. Le sue opere sono il linguaggio di Dio”.

L’anno arturiano coincide con il primo anno del processo di beatificazione e con il centenario della nascita del sacerdote, nato il 1914. Il programma delle manifestazioni prevede l’8 agosto prossimo le celebrazioni per l’anniversario della nascita. Da ottobre all’8 agosto 2014 si svolgeranno convegni e kermesse tutti incentrati sulla figura più carismatica tra i religiosi che hanno guidato i fedeli del Nolano. Ecco il programma:

padre_arturoproigramma

 

 

 

 

 

 

 

Guarda le foto a cura di Salvatore Montanaro:

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online