Anziana legata ed imbavagliata durante la rapina, bandito incastrato da un’impronta

NAPOLI- Una 89enne è stata prima legata e imbavagliata e poi rapinata di circa 3mila euro, ma uno dei malviventi è stato tradito da un’impronta lasciata su una finestra. E’ accaduto a Napoli dove gli agenti del Commissariato Secondigliano hanno sottoposto a fermo, per rapina aggravata, il pregiudicato 19enne Giuseppe Mariniello. La vittima si trovava da sola in casa, un terraneo di via Comunale Tavernola, quando ha visto comparire davanti a lei due giovani, uno dei quali, armato di pistola, le ha intimato di consegnare il denaro che aveva in casa. Alla risposta negativa dell’anziana, i rapinatori l’hanno trascinata in camera da letto dove l’hanno legata a una sedia e imbavagliata, impossessandosi poi del denaro che la vittima custodiva in un cassetto. I malviventi si sono poi allontanati, minacciando anche una vicina di casa che era accorsa, attirata dal rumore. E’ stata poi la stessa vicina ad aiutare la vittima a liberarsi e a chiamare il 118, il cui intervento si è limitato a curare delle escoriazioni che l’anziana aveva sul corpo. Sul posto è intervenuta la polizia scientifica che, sul battente interno della finestra della camera da letto, ha rilevato una chiara impronta poi rivelatasi appartenente a Mariniello. I poliziotti si sono così messi alla ricerca del giovane rintracciandolo in strada nei pressi della sua abitazione. Il 19enne è stato sottoposto a fermo e condotto nel carcere di Poggioreale, mentre il complice è ricercato dalla polizia.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online