Cicciano, Simone Viviano si presenta: “Puntiamo in alto”

di Saverio Quatrano

CICCIANO – Simone Viviano,centrocampista classe 1988 ex Salernitana Gela e Sapri, è il volto nuovo del centrocampo biancorosso.  Voglioso di riscattare l’ultima stagione non brillantissima col Crociati Noveto nell’eccellenza emiliana, Viviano ha accettato Cicciano grazie soprattutto al suo amico salernitano Stefano Squitieri, che gli ha illustrato nei dettagli il progetto biancorosso.

Simone, chi e cosa ti ha convinto ad accettare questa nuova sfida a Cicciano?

“Indubbiamente il mio amico Stefano Squitieri mi ha parlato con tanto entusiasmo del gruppo che lo scorso anno si è creato qui a Cicciano. Io cercavo proprio un gruppo consolidato e un progetto ambizioso per potermi rilanciare nel calcio che conta. Inoltre qui ho trovato una società seria, e questo ha influito enormemente nella mia scelta. Ero stanco di false promesse di alcune società”.

Qual è l’impressione del gruppo e del mister dopo dieci giorni di lavoro?

“L’impressione è assolutamente ottima. Il gruppo è affiatato e mi sono ambientato subito senza problemi. Col mister c’è stato subito feeling già nel colloquio prima di firmare il contratto”.

Quale deve essere l’obiettivo stagionale della squadra?

“Disputare un campionato tranquillo non è nelle mie ambizioni. Considerando la seconda parte della scorsa stagione, bisogna puntare decisamente alla conquista dei play off”.

La Lega Pro ha attuato la famosa regala dell’età media. In prima divisione bisogna schierare in campo una formazione con un’ età media di 25 anni, mentre in seconda divisione l’età media da rispettare è 24 anni. Cosa pensi di questa regola, tu che hai calcato i campi di Lega Pro?

“Trovo decisamente assurda questa regola, che in realtà penalizza tutti sia under che over. Nel calcio chi gioca merita, ed è inconcepibile che un allenatore debba usare la calcolatrice per mandare in campo gli undici titolari. In questo modo ci ritroviamo con ragazzi di 26/27 anni che sono già “vecchi” per giocare a calcio. Spero che i miei colleghi scioperino la prima giornata di Lega Pro, in modo da dare un segnale forte a tutto il mondo del calcio”.

Il tuo saluto ai tifosi biancorossi.

“Saluto affettuosamente tutti i tifosi ciccianesi , con l’augurio di starci vicino in questa scalata ai play off”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online