Dilapida i soldi della vecchia zia e poi simula una rapina, disoccupato nei guai

soldiMOSCHIANO- Sperpera i risparmi dell’anziana zia. Quando deve restituirli simula una rapina ma viene scoperto dagli agenti del Commissariato di Lauro e denunciato. E’ quello che è accaduto ad un quarantenne disoccupato residente a Moschiano che nei mesi scorsi aveva ottenuto che l’anziana zia gli consegnasse (per custodirli, non certo per spenderli) quarantamila euro. Soldi che poi la stessa vecchina avrebbe investito, e dei quali quindi pretendeva la restituzione. La signora però non aveva fatto i conti con il nipote, che negli ultimi mesi ha gettato alle ortiche i lauti risparmi (li avrebbe consumati per diletto e non per esigenze primarie). Quando però è arrivato il momento di restituire la somma, il quarantenne ha dovuto, per non farsi scoprire, simulare una rapina. “Sono stato rapinato da due persone in scooter e col volto coperto- ha spiegato ai poliziotti del Commissariato di Lauro dove ha sporto denuncia- Mi hanno anche ferito”. Ed a suffragare la tesi della rapina, anche un referto del pronto soccorso dell’ospedale di Nola. Peccato però che, come hanno poco dopo scoperto gli inquirenti, il suo fosse un racconto di fantasia. Quei soldi che diceva gli erano stati rapinati da due delinquenti erano già da tempo volati via. Agli agenti non è restato che denunciarlo per simulazione di reato e di lasciargli una incombenza molto gravosa: raccontare alla vecchia zia di avere speso tutti i suoi risparmi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online