Fantanalisi, la Fiorentina punta in alto con la coppia Rossi-Gomez

di Andrea Martelli (Maidirecalcio.com)

L’inizio del campionato si avvicina, e con esso l’asta del Fantacalcio: chi saranno i bidoni di quest’anno e chi le promesse mantenute? Con quale modulo giocheranno le squadre, chi saranno i titolari? Cercheremo di spiegarvi tutto questo nelle nostre Fantanalisi, in cui metteremo al microscopio le squadre di A per due volte al giorno, a pranzo e a cena: quest’oggi tocca a Chievo e Fiorentina.

MISTER E MODULO La Fiorentina, vera sorpresa dello scorso campionato, riparte dal gioco spumeggiante di Montella, fresco di rinnovo. Il gioco della Viola favorisce i palleggiatori a centrocampo e gli inserimenti degli esterni: non si butta mai via il pallone, impostando l’azione dalla difesa, come impongono i dogmi del calcio moderno.

Probabilmente il modulo base sarà il 3-5-2 dello scorso anno, pronto a trasformarsi in corsa in un 4-3-3: Mario Gomez sarà il punto fisso della squadra.

FIORENTINA (3-5-2) Neto, Savic, G. Rodriguez, Tomovic, Pasqual, Borja Valero, Pizarro, Aquilani, Cuadrado, Rossi, M. Gomez.

A seconda della partita Montella ha dimostrato di saper puntare sul 4-3-3: probabilmente a farne le spese sarebbe Pepito Rossi, che verrebbe rilevato da un Ljajic più adatto a fare l’esterno.

FIORENTINA (4-3-3) Neto, Pasqual, Savic, G. Rodriguez, Tomovic, Pizarro, Borja Valero, Aquilani, Ljajic, M. Gomez, Cuadrado.

In questo precampionato è stato provato anche un 4-2-3-1 che permetterebbe a tutte e 4 le bocche di fuoco della Fiorentina di esprimersi, sacrificando un centrocampista (probabilmente Aquilani) ed inserendo più quantità che qualità (Ambrosini per Pizarro?).

FIORENTINA (4-2-3-1) Neto, Pasqual, Savic, G. Rodriguez, Tomovic, Borja Valero, Ambrosini, Ljajic, Rossi, Cuadrado, M. Gomez.

Attenzione ad Ilicic che potrebbe occupare praticamente qualsiasi ruolo dal centrocampo in su: mezzala, esterno o trequartista, può ritagliarsi spazi a stagione in corso.

Il capitano di lungo corso è Manuel Pasqual, il vice probabilmente sarà David Pizarro: occhio anche a Ljajic, per anzianità la fascia potrebbe toccare a lui.

CONSIGLIATI Il primo consiglio da dare è senza dubbio Manuel Pasqual: il terzino viola è quello che sforna più cross in Serie A da 3 anni a questa parte, batte calci d’angolo e punizioni, il suo mancino potrà portarvi in dote diversi assist. Gonzalo Rodriguez è un’altra buona scelta vista la sua attitudine al gol (lo scorso anno è stato il difensore con record di marcature, ben 7), ma come prestazioni è calato molto nel finale.

Il centrocampo, punto forte della compagine viola, può vantare nomi di spicco: Cuadrado può essere uno dei migliori centrocampisti della stagione, puntateci con convinzione, anche perchè in caso di passaggio al 4-3-3 diventerà un attaccante aggiunto. Borja Valero è un’altra ottima scelta, anche se un gradino sotto al colombiano: ottima media voto e molti assist, ma il gol latita.

In attacco non si può non consigliare il bomber Mario Gomez: a meno di flop clamorosi è un attaccante che può mettere a segno almeno una ventina di reti. Interessante anche Pepito Rossi: se riesce a tornare sui suoi livelli può essere un valore aggiunto alla vostra squadra. Sicuramente da non prendere come primo attaccante, ma è un secondo di lusso.

Se cercate nomi su cui scommettere, fate un pensierino su Marcos Alonso: sarà la riserva di Pasqual, se riuscite a prendere il capitano viola è un acquisto di grande qualità che può trovare spazio nel corso dell’anno. Scommessa, ma non troppo, è anche l’ex Palermo Josip Ilicic: non partirà da titolare, ma la sua duttilità potrebbe permettergli di ritagliarsi un posto importante in squadra.

Vi facciamo un ultimo nome: perchè non puntare sulla voglia di riscatto di Ambrosini? Sulla carta non partirà titolare, ma sicuramente avrà voglia di spaccare il mondo. Ha fatto un ottimo precampionato, e le sue doti nel gioco aereo sono indiscusse: potrebbe portarvi dei gol a sorpresa pronti a far rosicare l’avversario di turno.

SCONSIGLIATI La Fiorentina deve ancora risolvere il nodo portiere: Neto è un giovane interessante, ma in questo momento probabilmente non è adatto per stare fra i pali di una squadra con gli obiettivi della Viola. Tomovic, che si giocherà il posto con Roncaglia (molto falloso), rischia di pagare il passaggio alla linea a 4: non ha il passo per fare il terzino, il rischio di figuracce è dietro l’angolo.

A centrocampo occhio a puntare con troppa convinzione su Pizarro: non andate troppo alti con la puntata, il Pek è un giocatore molto falloso ed avaro di bonus, anche se la media voto è alta. Joaquininvece dovrà staccarsi dalle spalle l’etichetta di eterna promessa, e sarà molto difficile trovare spazio con l’eccellente Cuadrado visto la scorsa stagione.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online