Fantanalisi, Lopez al timone di un collaudatissimo Cagliari

di Domenico Silvestro (Maidirecalcio.com)

L’inizio del campionato si avvicina, e con esso l’asta del Fantacalcio: chi saranno i bidoni di quest’anno e chi le promesse mantenute? Con quale modulo giocheranno le squadre, chi saranno i titolari? Cercheremo di spiegarvi tutto questo nelle nostre Fantanalisi, in cui osserveremo al microscopio le squadre di A per due volte al giorno, a pranzo e a cena: oggi è il turno di Cagliari e Catania!

MISTER E MODULO- Cellino, dopo aver avuto qualche dubbio a fine campionato scorso, si è deciso nel dare fiducia a mister Lopez, che la passata stagione agiva da secondo di Ivo Pulga. Lopez conosce benissimo l’ambiente cagliaritano e sa bene come sfruttare al massimo le potenzialità dei sardi. L’organico isolano è rimasto pressochè lo stesso, ma la maturazione di alcuni elementi chiave potrà permettere il salto di qualità che si attende da alcuni anni a questa parte. La duttilità dei giocatori e la capacità  tattica del mister rendono il Cagliari una compagine in grado di adattarsi all’avversario a seconda della partita, variando modulo e interpreti in base alle esigenze. Di base, Lopez dovrebbe schierarsi con un 4-3-3  con Ibarbo e Sau ai lati di Pinilla:

CAGLIARI (4-3-3) Agazzi, Pisano, Rossettini, Astori, Murru, Ekdal, Conti, Nainggolan, Sau, IIbarbo, Pinilla.

Da non sottovalutare anche il modulo “vecchia scuola”, con il furetto Cossu alle spalle delle due punte

CAGLIARI (4-3-1-2) Agazzi, Pisano, Rossettini, Astori, Murru, Ekdal, Conti, Nainggolan, Cossu, Sau, Pinilla.

CONSIGLIATI- Il primo consiglio riguardante il Cagliari, è quello di stare attenti al gioco delle coppie: come detto, Lopez è solito alternare i giocatori a seconda delle caratteristiche dell’avversario, rappresentando il simbolo degli allenatori odiati dai fanta-allenatori. Se pensate che comprando un giocatore rosso-blu avrete  la certezza di un titolare, vi sbagliate: abbiate l’accortezza di assicurarvi almeno le coppie Ekdal/DessenaMurru/AvelarIbarbo/Pinilla e Pisano/Perico. Se non volete avere dubbi, con ContiNainggolan e Astori dovreste garantirvi una (quasi) certezza di sicuro rendimento. Puntate forte su Sau e Ibarbo: questo è l’anno della definitiva consacrazione.

SCONSIGLIATI- Rossettini, pur essendo un difensore solido e pericoloso sui calci da fermo, è spesso autore di clamorosi svarioni in fase difensiva che ne condizionano la media voto. Come se non bastasse,Ariaudo incalza e spesso e volentieri potrebbe soffiargli il posto. Pisano è un terzino di sicura affidabilità, ma il grave infortunio che lo ha messo K.O. lo scorso anno potrebbe condizionarne anche la prossima stagione. Evitate di acquistarlo nell’asta iniziale, ma anche il suo sostituto Perico non è poi così appetibile.

SCOMMESSE– La sorpresa potrebbe essere la vecchia volpe Nenè: il brasiliano parte ogni anno come panchinaro, ma puntualmente finisce per giocare numerose partite a scapito di Pinilla realizzando anche diverse reti. Calcia rigori e punizioni, potrebbe essere una scommessa in grado di risolvervi partite decisive. Da monitorare il greco Oikonomou: non è tra le prime scelte di Lopez, ma nel corso del campionato potrebbe ritagliarsi uno spazio tra i titolari. E’ davvero forte sulle palle inattive: se lo vedete in campo, acquistatelo e schieratelo. Possibile esplosione anche per l’uruguagio Cabrera: un nome da tenere caldo per il mercato di gennaio.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online