Maltempo, a Nola salvataggio di mamma e figlio. Il Nolano fa la conta dei danni

Cicciano

Cicciano

NOLA- Bastano 60 minuti di pioggia per mettere in ginocchio un territorio? Sì. Ormai è un ritornello. Ad ogni temporale (estivo, autunnale, invernale, primaverile) facciamo la conta dei danni.

L’emergenza nell’area nolana è scattata dalle 12. Una pioggia intensa si è abbattuta su Nola e sui comuni dell’Agro come nel resto della provincia ed a Napoli. Pochi minuti per intasare fogne e far saltare tombini. Al 115 i vigili del fuoco della centrale operativa rispondono a decine di chiamate: allagamenti di cantine e sottoscala, cartelloni pericolanti, ma soprattutto automobilisti rimasti intrappolati sotto i cavalcavia. Una donna con il figlioletto vengono tirati fuori dalla vettura nella famigerata via Taranto. I pompieri ne ‘liberano’ altri, tutti impantanati. Il ponte di via Taranto è il simbolo dell’emergenza: quando piove diventa lago. Eppure non si sono ancora presi provvedimenti.

Questi i casi eclatanti. Ma è l’ordinario disastro che impensierisce. Bloccata via San Paolo Bel Sito, con carambola di auto  tragedia sfiorata. Allagata via per Palma a San Paolo Bel Sito, stesse scene su via San Gennaro ed a Piazzolla. Strade come fiumi a Saviano, dove è sempre via Torre a trasformarsi in torrente in piena.  L’acquazzone ha poi formato un canale a Cimitile, nel corso principale. Allagamenti a Tufino, Cicciano, Casamarciano. A Brusciano festa dei gigli sospesa fino alle 17 dal sindaco Giosy Romano, poi ripresa alle 19 con proroga dell’orario di chiusura.

Non è andata meglio nel Napoletano ed in tutta la Campania. Allagata la provinciale tra Striano e Poggiomarino, cornicione di una Chiesa in pezzi a Massalubrense, decine di interventi a Napoli. Sette voli che, fra le 7:50 e le 8:30, dovevano atterrare all’aeroporto di Roma Fiumicino sono stati dirottati a quello di Napoli Capodichino a causa della tromba d’aria che ha investito il litorale laziale. Sempre a causa del maltempo, il volo delle 7:25 Napoli-Roma è partito da Capodichino alle 9:05. Lo si apprende da fonti della Gesac, la società di gestione dell’aeroporto di Napoli. Nella tarda mattinata, invece, altri sei voli, in tarda mattinata, sono dirottati dallo scalo napoletano a Bari, Fiumicino e Brindisi. Ora la situazione è tornata alla normalità.

Abbiamo documentato con le vostre foto ed i video la giornata di oggi: Maltempo, allagamenti nel Nolano. 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online