Oscar, il setter “di ferro” salvato dal lagno. Gara di solidarietà a Saviano

Oscar The Iron

Oscar The Iron

SAVIANO- Lo hanno chiamato Oscar The Iron, cioè Oscar “di ferro” perché ha dimostrato e sta dimostrando la sua ferrea volontà di sopravvivere alle disavventure che ha incontrato sul suo cammino ed alla crudeltà umana. Oscar è un setter bellissimo, bianco e nero, che forse un tempo è stato un valoroso cane da caccia, ammirato e coccolato, ma fino a pochi giorni fa era poco più di un ammasso di pelo sporco e senza prospettive di vita. Lo hanno trovato nel lagno di via Pagliarella a Saviano, cercava in una pozzanghera d’acqua un riparo dagli insetti che lo stavano massacrando di punture. Aveva una zampa ferita, lo sguardo assente di chi ha perso ogni speranza di incontrare un’umanità gentile, e forse ancora poche ore di vita. Ma gli esseri umani capaci di gesti di commovente e “normale” eroismo però esistono ancora. Oscar ne ha incontrati due sul suo cammino.  Francisco Ambrosino e Salvatore Sabatino si sono resi conto delle sue precarie condizioni di salute,  lo hanno salvato da una sicura morte ed oggi vogliono restituirlo ad una esistenza dignitosa. E così Oscar The Iron dopo essere stato coperto, asciugato, tirato fuori dal lagno e rifocillato è stato portato da un veterinario. Poi è scattata la gara di solidarietà partita dal seguitissimo gruppo Facebook “Saviano non molla”. Servono donazioni, anche minime (basta anche versare 5 euro) per consentire una delicata operazione alla zampa. La cifra a cui aspirano i papà adottivi di Oscar è di 1000 euro per evitare l’amputazione. La somma base è di 300 euro. Per effettuare donazioni ci si può iscrivere al gruppo Facebook Saviano non molla.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online