Scarichi in mare in Costiera, blitz della Finanza

VICO EQUENSE – Scongiurato un ingente danno ambientale grazie a un blitz della Guardia Costiera di Vico Equense, che ha scoperto e bloccato uno sversamento nella zona di Alimuri, nei pressi del famigerato ‘ecomostro’. L’ipotesi di scarichi fognari, avvalorata anche da diverse segnalazioni dei volontari del Wwf e degli operatori turistici della zona, e’ stata poi confermata dalle indagini svolte dai militari. Nella giornata di mercoledi’ il blitz, con la collaborazione degli operatori tecnici della Gori ed Arpac, che ha dato ulteriore conferma a quanto ipotizzato: la fonte di inquinamento, di origine fognaria, sversava dalla condotta di scarico di Punta Gratelle. Il refluo si riversava poi sulla costa antistante, raggiungendo il mare nei pressi del ‘mostro’ di Alimuri. Una volta scoperto, lo sversamento e’ stato poi prontamente chiuso. L’intervento ha evitato gravi conseguenze, data l’alta valenza ambientale della zona ed il delicato ecosistema marino. Sono stati inoltre effettuati prelievi ed ulteriori accertamenti, i cui esiti hanno confermato la potenziale situazione di pericolo ambientale che si stava delineando. Al momento sono in corso le indagini sulla natura dolosa del fatto, mentre gia’ alcune persone sono state deferite all’autorita’ giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online