Festa dei Gigli, Fondazione incatenata alla politica: le accuse di “12-7-2012”

gigli_conferenzafondazioneNOLA- Fondazione sotto l’attacco costante della politica e dei ‘poteri forti’, amministrazione comunale ingerente nelle competenze dell’ente, ruolo del presidente Soprano svilito dalla presa di posizione dei sindaco. E’ una bomba sull’operato della Fondazione Festa dei Gigli la nota che il Comitato culturale 12-7-2012 (che vanta un proprio componente all’interno dell’organismo, Antonio Daniele) ha reso pubblica dopo la conferenza stampa tenuta in Comune la scorsa settimana. Un incontro che ha reso evidente, secondo il comitato, le attuali carenze della Fondazione, incapace di farsi ‘indipendente dalle logiche di palazzo’ perché sempre sotto attacco e oggetto di strumentalizzazioni. Infine si auspica che l’amministrazione si faccia solo tutrice della serenità ed indipendenza dell’ente, e si chiede un budget ed un ufficio stampa autonomi per lo stesso.

Qui la missiva integrale: 

Sono passati 4 mesi da quando la Fondazione Festa Dei Gigli ha iniziato a lavorare . In questi mesi Il Comitato , avendo all’interno della stessa un proprio esponente, ha ritenuto opportuno stare a guardare per controllare e valutare i lavori della Fondazione e denunciare eventuali condizioni di difficoltà in cui il CDA potrebbe trovarsi ad operare. Ieri alle ore 12.00 si e’ tenuta presso la sala consiliare del Comune una conferenza stampa del presidente della Fondazione, dott. R. Soprano, a cui ha partecipato anche il Sindaco. Insieme hanno voluto rispondere ,attraverso la stampa, ai continui attacchi , strumentalizzazioni e ingerenze che la politica , i poteri forti e persone a questi collegati, fanno alla Fondazione minando cosi’ la tranquillità’ , la trasparenza e l’indipendenza della stessa.

La conferenza stampa ha visto il Sindaco prendere più volte la parola. Gli interventi del presidente della Fondazione sono stati sporadici, cosa che il comitato valuta in modo negativo in quanto ritiene che il presidente dovesse essere l’attore principale della conferenza. Il dott. Biancardi si e’detto pronto a “fare da scudo” agli attacchi alla fondazione e ha chiesto al nostro comitato di essere più’ presente e di collaborare con la Fondazione per creare e normalizzare gli eventi giglistici futuri.

Il comitato ricorda che da sempre e’ stato presente e collaborativo con la Fondazione e che ha sempre lottato contro l’interferenza diretta e indiretta dell’amministrazione comunale , della politica in generale e dei poteri forti nella Festa. Il comitato 12-7-12 ritiene che già la stessa conferenza stampa sia da parte della Fondazione una gravissima ammissione di difficoltà a rispettare il proprio mandato poiché la politica in modo laterale e le logiche di parte stanno rallentando i lavori della stessa fossilizzandosi su questioni di poco interesse per la festa e non creando, quindi, intorno al CDA un clima di tranquillità’ che permetta alla Fondazione di gestire in modo ottimale la già’ difficile macchina organizzativa. Altresi’, ricorda, che lo stesso statuto della Fondazione, approvato dal consiglio comunale, sancisce l’indipendenza della Fondazione dalle logiche di palazzo e che la politica tutta e quindi anche il dott. Bianchiardi, così come le amministrazioni comunali future hanno solo il compito se non l’obbligo, nell’interesse della Città’ e della Festa, di creare quei giusti presupposti che permettano alla Fondazione di lavorare in un clima di serenità e indipendenza.

Il Comitato 12-7-12 ritiene infine assolutamente necessario che la Fondazione sia fornita in tempi brevissimi di una propria sede, un proprio ufficio stampa e un proprio budget.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online