Il sindaco Andrea Manzi: “Noi, in direzione ostinata e contraria”

IMG-20130903-WA0020CASAMARCIANO- “Nessuno investe più in cultura? Ebbene, noi andiamo in direzione ostinata e contraria”. Così ha aperto la terza edizione della gara tra compagnie teatrali, il “suo” festival, il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi. Il primo cittadino, anfitrione e deus ex machina della serata insieme alla dirigente Elena Falco, ha dato il via alla kermesse che metterà il suo Comune al centro delle attenzioni del territorio spiegando quello che è il suo personale manifesto per lo sviluppo delle comunità dell’Agro: puntare sulla cultura, e quindi sul turismo. Riscoprire le proprie tipicità, e quindi metterle in vetrina. Far riemergere i bei paesi del Nolano, rialzare la testa perché pochi altri hanno il nostro patrimonio. “Noi andiamo controcorrente- ha spiegato Manzi- rispetto al trend. Noi puntiamo sulla cultura. Stiamo creando, qui a Casamarciano, un vero e proprio sistema che ha questo obiettivo. Un sistema composto dal mio staff, dai miei amministratori, dagli sponsor e dalle associazioni locali vivacissime. Questa solo può essere la ricetta per la crescita. Non a caso il programma di quest’anno non prevede solo la competizione tra Compagnie teatrali, ma anche la presenza di stand per la degustazione dei prodotti tipici dei paesi che si sono gemellati con noi per il viaggio tra scene e sapori. A loro che hanno creduto a questo progetto va il mio ringraziamento”. Tra le particolarità di questa edizione, la partnership con la vicina Avella che mette “a disposizione” il suo anfiteatro romano per una serata: “Un rapporto, quello tra Avella e Casamarciano- spiega Manzi- che ci fa capire come serva fare sistema, perché se non c’è una sinergia non si hanno alternative”.

A fare da eco alle sue dichiarazioni, la delegata a Cultura e Festival Rosa de Rosa: “Dobbiamno interpretare la cultura non più come corollario ma come servizio alla stregua dell’illuminazione pubblica- ha affermato-. Per questo Casamarciano farà degli eventi culturali la sua prerogativa, e non intendiamo solo il teatro. Questa creatura deve crescere e lo farà”. Un plauso ai giovani ed alle associazioni locali che hanno dato il loro contributo è arrivato dal delegato a Turismo e Spettacolo, Angelo Piscitelli: “Sono il nostro motore, così come lo è il grande entusiasmo dei concittadini. Stasera ce ne sono in tanti in sala, questa è la nostra prima vittoria”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com