Stop alle feci in strada e guinzaglio corto per i cani, scatta l’ordinanza del Ministero

caneNOLA- Mai più feci di cane sui marciapiedi, mai più paura di grossi animali a spasso senza guinzaglio. Si spera, almeno. Dai ieri, con la pubblicazione in gazzetta ufficiale, è scattata l’ordinanza del Ministero della Salute che impone alcuni obblighi ai possessori di “Fido”. In primo luogo il guinzaglio che dovra’ sempre essere usato nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree destinate ai cani. Anche la lunghezza è tassativa: massimo un metro e mezzo. Obbligatorio anche il possesso della museruola, che i padroni dovranno sempre portare con sé.

Diventa poi obbligatorio raccogliere le feci. Il proprietario del cane o chi lo detiene a qualsiasi titolo sarà responsabile penalmente e civilmente dei danni provocati dall’animale.

I minori, i delinquenti abituali e i pregiudicati non potranno avere un cane di elevata aggressivita’. Sono vietati l’addestramento dei cani per esaltarne l’aggressivita’ e la sottoposizione dei cani a doping. L’ordinanza, che varra’ un anno, non vale per i cani delle Forze Armate, delle forze dell’ordine, per quelli delle persone diversamente abili e per quelli utilizzati per la conduzione delle greggi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online