Venti di guerra in Siria, il vescovo di Nola chiede “digiuno e preghiera”

Il vescovo di Nola Beniamino Depalma

Il vescovo di Nola Beniamino Depalma

NOLA-  Il vescovo di Nola, monsignor Beniamino Depalma, ha invitato i fedeli della diocesi – uomini e donne di buona volontà, parrocchie, movimenti e associazioni ˗ a unirsi a lui in una veglia di digiuno e preghiera per la pace.

L’appuntamento è per il prossimo sabato 7 settembre presso la Cattedrale di Nola dalle ore 21 alle ore 24.

L’iniziativa vuole essere la risposta all’appello per la pace lanciato da Papa Francesco, a seguito dei recenti e minacciosi venti di guerra in Siria, ieri, domenica 1 settembre, durante l’Angelus in Piazza San Pietro: «Il mio cuore – ha detto il Pontefice – è profondamente ferito da quello che sta accadendo in particolare in Siria e angosciato da quello che si prospetta. (…) Per questo motivo ho deciso di indire per tutta la Chiesa il 7 settembre una giornata di digiuno per la pace in Siria e nel mondo. L’umanità ha bisogno di vedere gesti di pace. Chiedo a tutte le comunità di organizzare qualche atto liturgico secondo questa intenzione».

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online