Chiusura Stir, pronto il ricorso al Tar: Provincia e Sapna contro Mascolo

Stirtufino_1TUFINO- “Sarà la magistratura a stabilire le responsabilità del sindaco di Tufino Antonio Mascolo e se sussistevano i presupposti per un provvedimento così grave. Per quanto mi riguarda speravo che la notte gli portasse consiglio e già oggi ritornasse sui suoi passi, ma così non sembra. Lunedì, così come concordato con l’amministratore Enrico Angelone, la Sapna presenterà il ricorso al Tar, che auspico decida urgentemente, nel giro di 24 ore, di sospendere l’ordinanza sindacale di chiusura dello Stir. In ogni caso stiamo lavorando tutti, Regione, Provincia, Sapna e Comuni per evitare criticità, grazie ad un sistema ormai abbastanza collaudato, in grado di sopperire ad eventuali blocchi di singoli impianti”.

E’ quanto afferma oggi il presidente della Provincia di Napoli Antonio Pentangelo in merito alle conseguenze derivanti dall’ordinanza del sindaco di Tufino Antonio Mascolo, con la quale è stato bloccato l’impianto per il trattamento dei rifiuti di Tufino.

“Il sindaco Mascolo – continua il presidente Pentangelo – ha invitato la Provincia e la Sapna martedì a Tufino per un incontro chiarificatore e per studiare una soluzione ai problemi emersi. Noi sicuramente ci saremo, perché non abbiamo mai fatto mancare la nostra collaborazione istituzionale ed amministrativa ai comuni della provincia. Mi domando perché non si sia subito imboccata questa strada piuttosto che adottare provvedimenti a mio avviso spropositati per le problematiche in essere. Problematiche che, come mi hanno assicurato i miei dirigenti che hanno esaminato i documenti dell’Arpac, riguardano gli automezzi di alcuni comuni, mentre il funzionamento dell’impianto garantisce complessivamente la dovuta sicurezza per la collettività e per i suoi dipendenti.

Non vorrei che dietro tutto questo si celassero richieste di adeguamento dei ristori ambientali da parte di quei sindaci che ospitano impianti per il trattamento dei rifiuti. Per carità, si tratta di richieste legittime da parte di chi sta in trincea e si confronta quotidianamente con la propria cittadinanza, non sempre tollerante ed accondiscende quando si tratta di affrontare direttamente le tematiche ambientali. Ma da qui a creare i presupposti di pericolose crisi – ha concluso il presidente della Provincia di Napoli Antonio Pentangelo –  sinceramente, ce ne passa”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online