Fratelli pusher beccati con droga di alta qualità “perdono” un guadagno di 400mila euro

La droga sequestrata

La droga sequestrata

GIUGLIANO-Fratelli spacciatori arrestati dalla Guardia di Finanza. Custodivano marijuana in un casolare abbandonato, la loro presunta attività è stata scoperta e fermata dalle Fiamme Gialle. I militari del gruppo di Giugliano hanno scoperto il deposito nel corso di una attività di indagine. All’interno del casale abbandonato nelle campagne di Teano hanno rinvenuto oltre 36 chilogrammi di marijuana già essiccata e pronta per essere messa in commercio. Le divise grigie hanno notato pure due fratelli che uscivano dalla catapecchia e così hanno esteso i controlli e le perquisizioni anche alle loro abitazioni. Al termine dell’operazione di polizia hanno scoperto altra sostanza stupefacente,

due pistole, un fucile ed oltre 250 proiettili. I responsabili, accusati per i reati di produzione e spaccio di droga e di detenzione abusiva d’armi da fuoco, si trovano in carcere. Dalla droga avrebbero ricavato 40mila dosi pari a 400mila euro.

Le specifiche analisi tecniche eseguite sullo stupefacente sequestrato attestavano un’altissima qualità del prodotto, con una percentuale di principio attivo (thc) particolarmente elevata, circa il doppio di quella normalmente rinvenibile sul mercato.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online