Pioggia di fondi per l’anfiteatro e le bellezze del Mandamento, il Baianese premiato dalla Regione

di Bianca Bianco

AVELLA- Un progetto per il rilancio del turismo culturale della Bassa Irpinia. Un progetto premiato con una pioggia di fondi: ben 2,6 milioni di euro per Avella ed il suo anfiteatro, Mugnano, Quadrelle e Sirignano. Lo stanziamento arriva dai Fondi europeo di sviluppo regionale, i cosiddetti Fesr, e dall’obiettivo 1.9. Con decreto dirigenziale numero 77 Palazzo Santa Lucia ha premiato il progetto  “Valle dell’Antico Clanis, tesoro d’arte e cultura”. La pianificazione portata in Regione dai quattro comuni mandamentali ha ottenuto il quinto punteggio su sessantatre ammesse a finanziamento. Più in alto, per fare qualche esempio, dei progetti presentati da Pompei o da Torre Annunziata.

Il cospicuo finanziamento servirà a rendere possibile un progetto molto ambizioso, che mira a fare da volano per il turismo culturale della zona, oggi ancora ancorato al volontariato ed alle singole manifestazioni. Prevede per esempioe il recupero dell’ex mattatoio ad Avella che diventerà un albergo a gestione comunale curata dalla Fondazione Avella Città d’Arte. Poi la creazione di una struttura ricettiva con ticket office nei pressi dell’anfiteatro romano. Il modello potrebbe essere quello del ristorante- ticket office inaugurato a giugno presso il meraviglioso anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere. E poi ancora info point a Sirignano e Quadrelle, il recupero dell’educandato Maria Cristina di Savoia a Mugnano e di Casa Mattis a Quadrelle.

L’idea dei sindaci del Baianese è di creare un percorso anche tecnologicamente avanzato (con l’installazione di totem e postazioni telematiche) che guidi ai tesori della zona, finora poco conosciuti. Un progetto ambizioso premiato con una beneaugurate pioggia di fondi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online