Triangolo della morte, nell’area nolana chiuse sei discariche dei veleni

Immagine generica

Immagine generica

Intensificati i controlli sulle discariche, anche nell’area nolana. Il Corpo Forestale di Napoli, diretto dal generale Sergio Costa, ha individuato ieri sei discariche di rifiuti speciali e pericolosi, per un totale di 15mila mq, sopra i quali sono stati abbandonati qualcosa come 10mila metri cubi di veleni. Le sei discariche sono state rinvenute tra Acerra, Marigliano, Brusciano e San Vitaliano. Nelle discariche le divise verdi hanno scoperto sostanze tossiche che venivano a diretto contatto con i campi coltivati e quelli destinati al pascolo degli ovini, soprattutto una grande quantità di cenere e resti carbonizzati di plastiche e pneumatici. Il blitz è scattato ieri mattina. Due discariche ad Acerra, due a Marigliano, e una sia a Brusciano che a San Vitalian sono state sottoposte a sequestro. Pneumatici esausti, balle di stracci di fibra naturale – la cui combustione produce vapori di cianuro -, amianto, tracce bruciate di plastica, utilizzati come coperture delle serre agricole, fusti di vernice e bidoni di solventi, scarti di pellame, tracce delle guaine dei cavi di rame cristallizzate dal fuoco dei roghi tossici.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online