Camorra: reperivano armi per i Casalesi, otto arresti

Otto arresti per illegale detenzione, porto e cessioni di armi, con la contestazione dell’aggravante mafiosa sono stati eseguiti, all’esito di un’indagine coordinata dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, dai Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, guidati dal capitano Vincenzo Macera, nei confronti di altrettanti esponenti del clan dei Casalesi – fazione Schiavone. L’indagine, condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, scaturisce da una precedente attività investigativa che portò, nel mese di luglio del 2010, all’arresto di un gestore di un’armeria in Santa Maria Capua Vetere per il reato di detenzione di armi da guerra e al sequestro della stessa armeria. Successivamente, le dichiarazioni di vari collaboratori di giustizia e le attività investigative di riscontro hanno permesso di verificare che a tale armeria si rivolgevano gli indagati per reperire le armi utili per il gruppo camorristico. (adnkronos)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online