Cicciano, al Magnotti arriva il Sant’Agnello: obiettivo vittoria

di Saverio Quatrano

CICCIANO –  Sei giorni dopo la sconfitta di Castellamare contro la Libertas, il Cicciano nella decima giornata del girone d’andata del campionato di Eccellenza affronterà al Magnotti il Sant’Angello, che con dodici punti precede di quattro lunghezze la formazione del presidente Coppola. Gli otto punti raccolti in nove partite non lasciano tranquilla la formazione ciccianese, che si aspettava di ritrovarsi con qualche punto in più dopo quasi un terzo del campionato. La falsa partenza di quest’anno può essere paragonata a quella della passata stagione, ma solo in termini di punti. Lo scorso anno la compagine biancorossa nelle prime giornate di campionato dava la netta sensazione di essere una squadra con poche idee e con non molta qualità, mentre il Ciccciano di quest’anno tranne che nella trasferta di Scafati e paradossalmente nel primo tempo della vittoriosa partita col  Faiano, ha sempre disputato la sua onesta e buona partita. A Castellamare il 4-0 sicuramente non lascia adito ad interpretazioni, ma fino al gol del due a zero stabiese il Ciccciano ha avuto le sue buone occasioni sia per passare in vantaggio che per pareggiare il match dopo il primo vantaggio stabiese.Una delle regole non scritte del calcio, prevede che in caso di risultati negativi il primo a pagare è quasi sempre l’allenatore. A volte come dimostrato anche nei campionato maggiori, la calma e la pazienza è la virtù dei forti. Nonostante i risultati negativi la squadra non sta demeritando e da quello che trapela nell’ambiente biancorosso, lo spogliatoio non accetterebbe cosi facilmente l’allontanamento del tecnico di Tufino. Domani sarà fondamentale l’apporto del pubblico ciccianese, che dovrà spingere i propri beniamini come fatto nell’ultima vittoriosa partita interna col Faiano. I momenti difficili si superano tutti insieme : squadra, pubblico e dirigenza.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online