Clementino prima in carcere e poi in ospedale…per beneficenza. E per “Sic”

clementino_carcereCIMITILE- Ci sarà anche il rapper di casa nostra, Clementino, in campo per il match di solidarietà della Nazionale contanti. L’artista di Cimitile indosserà la casacca degli artisti domenica sera allo stadio Tardini di Parma per l’incontro di beneficenza intitolato al giovanissimo centauro Marco Simoncelli “Sic” prematuramente scomparso nel corso di una gara.

In vista del match, Clementino ha fatto visita , accompagnato dal direttore della Nazionale Cantanti Gianluca Pecchini e dal sindaco Federico Pizzarotti, al carcere di Parla dove si è esibito per i detenuti.

Clementino ha imbracciato infatti la chitarra proponendo tre dei migliori pezzi del suo repertorio e ricordando l’obiettivo della sua Nazionale di calcio: portare a compimento il progetto di Marco Simoncelli, di realizzare una struttura per disabili nel comune di Coriano.

Dal carcere all’Ospedale del Bambini: “Non ho mai visto un ospedale così bello!”, ha commentato il rapper cimilitese, anche qui accompagnato dal sindaco e accolto da Leonida Grisendi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera e da Giancarlo Izzi, primario della Pediatria.

Con loro ha salutato uno ad uno tutti i bambini ricoverati al terzo piano, portando piccoli omaggi e un po’ di allegria. Qualcuno, più grandicello, lo ha riconosciuto da lontano e ha voluto anche la foto ricordo. “Domenica tutti al Tardini” –  ha raccomandato ai parmigiani in una intervista fra un autografo e l’altro – ci sarà anche Valentino Rossi. Sarà un’occasione per compiere un gesto di solidarietà in una giornata di divertimento e di festa per tutti”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online