Coppa Italia, la Virtus Cicciano all’assalto dell’Arca per superare il turno

Nello Lauro e Salvatore Ioime

Salvatore Ioime e Nello Lauro

di Saverio Quatrano

CICCIANO- Domani alle ore 15 a “Casa Virtus” di Faibano di Camposano, la Virtus Cicciano affronterà la squadra sannita dell’Arca nel ritorno del primo turno di coppa Italia. La gara d’andata in terra sannita si è conclusa con la vittoria dei virtusiani col punteggio di 5-4, ma nonostante l’ottimo risultato ottenuto mister Lauro non è entusiasta della prestazione offerta dai suoi ragazzi.

Mister Lauro, prima stagionale ufficiale della Virtus e prima vittoria. Soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi ?

“No, assolutamente no. Non sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi e all’interno dello spogliatoio abbiamo già parlato di questa situazione. In questa partita abbiamo dimostrato di essere superiori all’Arca, ma devo dare l’onore delle armi agli avversari che hanno sempre creduto di poter portare a casa un risultato positivo. Per demerito nostro ma anche per merito dell’Arca la qualificazione è ancora in bilico”.

Cosa non ha funzionato nella trasferta con l’Arca? Qualche singolo ha deluso particolarmente le aspettative della vigilia?

“La squadra non ha espresso il gioco che dovrebbe e che mi aspetto. La squadra è stata lenta nel possesso palla, abbiamo cercato l’individualità e non il gioco corale,abbiamo sbattuto contro la loro linea difensiva abbastanza chiusa e bassa e non abbiamo avuto la pazienza giusta che una squadra vincente deve avere. Presi singolarmente,tranne qualche eccezione, hanno fatto tutti pietà”.

Fisicamente la squadra ha risposto bene ?

“Si, siamo stati abbastanza pimpanti. Tranne qualche calo fisico che è normale visto che manca ancora un po’ all’inizio del campionato, la squadra da un punto di vista fisico ha risposto abbastanza bene”.

Visto che l’Arca dovrà venire in casa vostra per fare la partita , si aspetta una gara tatticamente diversa da quella dell’andata? Si sente di dare una percentuale sulla qualificazione della Virtus?

“Noi giochiamo sempre per vincere e per attaccare. Noi vogliamo vincere come se fosse una partita singola. Al massimo questo tipo di calcolo si potrà fare negli ultimi minuti, ma non certo durante la partita. Per quanto riguarda la percentuale di qualificazione non mi sento di darla e non per una questa scaramantica. La Virtus deve passare il turno senza se e senza ma”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online