“E’ o non è”? Lo status della Fondazione Gigli sul banco degli imputati

Un momento della conferenza

NOLA- Lo status giuridico della Fondazione Festa dei Gigli ed i finanziamenti ad essa destinata continuano ad essere oggetto di polemiche. Il consigliere di minoranza Franco Ambrosio, presidente dalla Commissione “Trasparenza” dell’ente di piazza Duomo, chiede ancora l’abolizione dell’organismo e di tornare alla gestione comunale della kermesse attraverso l’ente.

Le domande che Ambrosio pone al segretario generale Montazzoli in particolare riguardano lo status giuridico della Fondazione e  il contratto stipulato con Roberto De Simone (direttore artistico) e due collaboratori per circa 50mila euro annui.

Mentre il presidente della Fondazione Raffaele Soprano sottolinea lo status di autonomia della stessa, che dunque costituisce un ente privato, il presidente della Commissione registra una anomalia: la Fondazione privata” sarà per i prossimi cinque anni sovvenzionata con 300 mila euro annui dal Comune di Nola non disponendo di altri fondi.

Per Ambrosio la Fondazione non ha personalità giuridica, dunque non esiste e sono nulli gli atti sinora posti in essere, compreso il contratto stipulato con De Simone.

Ambrosio ha pure annunciato che si denuncerà alla Corte dei Conti in merito alla votazione consiliare da cui è nata la Fondazione, ritenendo che da quell’atto sia scaturito un danno erariale per l’ente.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online