Strage di Scisciano, annullata l’ordinanza di arresto di Biagio Cava

il boss Biagio Cava

il boss Biagio Cava

QUINDICI-Strage di Scisciano, annullata l’ordinanza di custodia cautelare per Biagio Cava. Lo ha deciso ieri il Tribunale del Riesame, che ha annullato il provvedimento preso lo scorso mese dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Ancora una volta tutto da rifare per risalire alla verità circa la strage compiuta nel novembre del 1991 a Scisciano, dinanzi una officina meccanica.Ad essere uccisi furono Eugenio e Vincenzo Graziano e Gaetano Santaniello, considerati rivali dei Cava. Erano gli anni della faid tra Cava e Graziano, e secondo la Dda fu Biagio Cava, con il supporto di Mario Fabbrocino (in carcere anche con questa accusa) a decidere la morte dei tre nemici.

La Dda viene ‘smentita’ dal Riesame che ha accolto l’istanza dell’avvocato Raffaele Bizzarro ed ha annullato l’ordinanza. Le motivazioni saranno rese note nelle prossime due settimane.L’Antimafia aveva imbastito l’ordinanza di arresto sulla base delle dichiarazioni di cinque pentiti, tra i quali anche Carmine Alfieri.

Biagio Cava resta comunque in carcere perché sta scontando trenta anni per  associazione camorrista, estorsione ed omicidio.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online