Nasce “AttivaMente”, associazione socio-culturale che vuole cambiare Cicciano

di Rachele Pelusoattivamente2

CICCIANO- Una nuova associazione è sempre un guadagno per una comunità. A Cicciano è nata “AttivaMente”, un gruppo di cittadini con obiettivi chiari ed ambiziosi, come hanno loro stesso chiarito nel corso della presentazione svoltasi presso il Centro delle culture: “Vorremo avviare un percorso- ha spiegato Carmine Alfano-  una strada che tocchi i punti fondamentali del sociale e del culturale, sviluppati attraverso l’azione corale dell’associazionismo. Un percorso che speriamo possa continuare prospero e deciso verso i nostri obiettivi”.

“AttivaMente” è un sodalizio socio-culturale che nasce dalla constatazione della generale rassegnazione dei cittadini, non solo di Cicciano ma dell’intera Campania; dalla considerazione dei problemi che attanagliano la società attuale, come la disoccupazione e la povertà.

Come ha spiegato Pasquale Altieri: “Nasce dalla considerazione che vi sono ancora giovani disposti ad impegnarsi per il proprio territorio dedicandovi tempo e passione, dalla considerazione che vi è chi crede nel prossimo, chi aiuta senza pubblicizzarlo e cerca come può di alleviare la mala sorte del suo vicino, dalla considerazione che la nostra terra, se da un lato è su un precipizio culturale, priva di stimoli, dall’altro è genitrice di talenti, di eccellenze, di cultori dei vari settori del sapere umano”. Alla presentazione è intervenuto anche Lorenzo Bifulco che ha illustrato i principi che muovono l’associazione.

Ed ecco perché si chiama AttivaMente”, perché tutti possono contribuire per la rinascita del proprio territorio “attivando la propria mente”, cioè aprendo il proprio orizzonte alla solidarietà, alla beneficenza, al senso civico. L’associazione nasce in tale ottica: aiutare chi vuole essere aiutato, imparare da chi vuole insegnare, riprendere il controllo del territorio e valorizzare la ricchezza di capitale umano a disposizione. Il movimento è apartitico ed apolitico, con l’unico scopo sociale di lavorare per la crescita socio-culturale di Cicciano.

Il ruolo che svolgerà il gruppo è stato spiegato da Alina De Stefano: mettere le professionalità e conoscenze degli associati a disposizione di tutti, collaborare con le altre associazioni, creare una colletta alimentare per il sostegno delle famiglie povere, organizzare convegni, mostre fotografiche, attività artistiche, interessarsi del recupero dei beni culturali della cittadina. Con un occhio di riguardo all’ambiente. Il progetto più a breve termine è l’organizzazione di un mercatino natalizio. “Le nostre iniziative, ancora in una fase embrionale perché siamo un’associazione neonata- ha spiegato la De Stefano- terranno fede a tre principi cardini che guideranno il nostro agire : migliorare,  risolvere e coinvolgere”.

attivamente1Della nuova associazione, aperta alle adesioni, fa parte un gruppo di giovani di Cicciano: Pasquale Altieri,   Antonio Napolitano, Filippo Napolitano, Pasquale Martiniello , Andrea Corrado, Alina De Stefano, Andrea Delle Cave ,Giusy De Stefano , Fausto Collina, Sabina Simeone , Filippo De Stefano, Enrico Allegorico , Lorenzo Bifulco , Mario Russo ,  Anna Palmigiano ,  Carmine Alfano.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com