Casamarciano passerella di star, da Placido a Lina Sastri a Natale il “castello” si illumina d’arte

clicca per ingrandire il programma

clicca per ingrandire il programma

di Bianca Bianco

CASAMARCIANO- L’esordio (col botto) è stato “Il canto di Natale” di Peppe Barra. Santa Maria del Plesco, divenuto di nuovo palcoscenico per artisti del calibro del cantante e attore partenopeo, ha ospitato la prima delle serate del “Giracastelli”, la manifestazione che unisce Casamarciano ad Acerra, Roccarainola, Avella, Sirignano, Cicciano e che nella cittadina del nocciolo porterà una insolita luce medievale nei giorni di festa.

Saranno tante le stelle del teatro e della musica italiane che calcheranno le assi dinanzi la chiesa appena restituita al patrimonio comunale grazie alla donazione della famiglia Mercogliano. Da Lina Sastri, voce di Napoli, a Michele Placido; da Maurizio  Merolla, poliedrico artista napoletano, al tenore del San Carlo Dario Sebastiani fino al comico Franco Oppini.

Maurizio Merolla sarà in scena domani 13 dicembre (dalle 20) con “C’era una volta il varietà”, messo in piedi dalla compagnia “Mani e Vulcani”. Il 18 dicembre, ancora a Santa Maria, arriverà il grande Michele Placido con “Racconto D’Annunzio”accompagnato da un’orchestra da camera,  dal soprano Angela De Lucia e dalla fisarmonica di Davide Caputi. Il 20 dicembre i fan della sensuale e napoletanissima Lina Sastri potranno applaudirla nel teatro tenda allestito dinanzi Santa Maria; in questa occasione Lina sarà attrice ma soprattutto cantante e ripercorrerà in note la sua lunga ed importante carriera. La prima donna del teatro napoletano in questo spettacolo incanta con la musica napoletana, brani da Eduardo de Filippo e le canzoni che l’hanno resa una icona della città sul golfo.

Il 21 dicembre alle 20 si rappresenterà“Una volta nella vita” con  Nicola Canonico, Franco Oppini per la regia di Luigi Russo, mentre il 27 dicembre spazio al canto lirico di Dario Sebastiani.

“Abbiamo inaugurato “Giracastelli” con Peppe Barra, ed è stata una serata piena di emozioni e divertimento- spiega il sindaco Andrea Manzi-. Ma saranno anche altri gli appuntamenti interessanti, non solo teatrali perché ci saranno cortei storici, sbandieratori, visite al presepe e appuntamenti gastronomici. Un programma reso possibile dai fondi Fesr e dalla integrazione con i fondi del festival del teatro. E poi i cittadini di Casamarciano non ci mettono un euro, saranno solo spettatori, spero entusiasti”.

L’atmosfera natalizia nella cittadina del teatro è già palpabile. Da alcuni giorni canti natalizi sono trasmessi in filodiffusione in paese in alcune ore della giornata. Un modo per creare una atmosfera calda, festosa, ed invogliare, perché no, anche ad acquistare nei negozi del paese rifuggendo dalla freddezza e dalla spersonalizzazione dei centri commerciali. Anche questo è Natale…

Print Friendly, PDF & Email