Natale: a Napoli Maschio Angioino aperto il 25 e mappa per strade presepi

maschioangioinopresepi-napoli-san-gregorio-armeno-638x425Musica, arte e tradizioni tra iniziative promosse dal Comune e quelle spontanee di associazioni, enti culturali, scuole e parrocchie. E ancora, aperture straordinarie di musei e siti archeologici. E’ ricca l’offerta proposta da Napoli a cittadini e turisti per il Natale 2013: dai prossimi giorni e fino alle prime settimane di gennaio si susseguiranno eventi e appuntamenti organizzati dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo nelle più belle e prestigiose sedi museali della città, a partire dalla ‘Mostra impossibile’ nel ritrovato convento di San Domenico Maggiore inaugurata il 3 dicembre e che sarà allestita fino al 21 aprile 2014. Eventi sono previsti anche a Castel dell’Ovo, al Palazzo delle Arti, nei teatri e nelle chiese monumentali del Centro antico. Eventi che si susseguiranno in tutti i quartieri della città e che l’Assessorato alla Cultura ha voluto raccogliere in un programma unico per dare loro maggiore visibilità. Appuntamento immancabile di ogni Natale napoletano è la fiera di San Gregorio Armeno e di San Biagio dei Librai, da centinaia di anni meta obbligata per chi ama la tradizione e l’arte del presepe napoletano. In previsione dell’arrivo di migliaia di turisti nelle strette strade del Centro antico di Napoli, il Servizio di Protezione civile ha predisposto una planimetria con l’indicazione dei percorsi pedonali consigliati per le strade dei presepi, nonché un promemoria con alcuni consigli utili per i visitatori. I numeri parlano però di una presenza capillare in tutta la città: oltre 60 fiere, 2mila operatori impegnati, 27 i quartieri coinvolti. Nel programma spicca il Concerto di Natale che si terrà il 25 dicembre alle ore 21 nella Chiesa di San Francesco delle Monache, in Via Santa Chiara, con la ‘Cantata dei pastori’ nella rilettura di Roberto De Simone, a cura del Centro culturale Domus Ars. In occasione delle festività natalizie sono previste inoltre aperture straordinarie per alcuni musei e siti archeologici di Napoli. Il Parco archeologico Pausilypon e la Grotta di Seiano, oltre al consueto orario feriale, osserveranno l’apertura tutti i giorni festivi del mese di dicembre dalle 9 alle 13. Il Maschio Angioino, inoltre, sarà aperto al pubblico la mattina il 22 e il 25 dicembre, solo cortile e gli spazi adiacenti, e il 26 dicembre. La Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Napoli e Pompei ha stabilito delle aperture straordinarie per il Complesso monumentale di Carminiello ai Mannesi e per il Teatro Romano di Neapolis. Nell’area, localizzata nel centro storico di Napoli all’incrocio fra Via Carminiello ai Mannesi e Via Duomo, ricade un isolato dell’antica Neapolis con annessi ambienti termali, collocabile cronologicamente fra la fine del I sec. a.C. ed il II sec. d.C.  e strutture a carattere monumentale ed articolate su più livelli sono venute inluce a seguito dei bombardamenti dell’ultimo conflitto bellico e sono fra le poche visibili a cielo aperto nell’ambito del centro storico di Napoli. Le visite guidate saranno a cura del Gruppo archeologico napoletano, venerdì 20 dicembre e venerdì 3 gennaio 2014 dalle 10 alle 13. Il Servizio Programma Unesco e valorizzazione della città storica, la Società Samoa Restauri e la Società Apoikia apriranno infine il cantiere di scavo e restauro del Teatro romano di Neapolis. Il monumento, localizzato fra Via Anticaglia, Via San Paolo ai Tribunali e Vico Cinquesanti, è inglobato nell’edilizia della parte più antica del centrostorico di Napoli. Sarà possibile visitarlo venerdì 20 dicembre dalle ore 10 alle 13. (ADNKRONOS)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online