Sequestrata fabbrica con operai “fantasma” a Striano, denunciata la titolare

STRIANO- Lotta al lavoro nero ed alla riduzione in schiavitù dei lavoratori. E lotta allo sversamento abusivo di rifiuti. Nell’ambito di queste attività, la Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha sequestrato una fabbrica a Striano; le Fiamme Gialle hanno scoperto che nell’opificio di 250 metri quadrati, specializzata in produzione e confezionamento di capi di abbigliamento, gli operai (tutti di nazionalità straniera) lavoravano in nero e non avevano il permesso di soggiorno. La titolare della ditta, una cinese di 29 anni, è stata denunciata. Lo stabile è stato sequestrato: all’interno c’erano 27 macchine per cucire, una stiratrice ed una pressa per bottoni (valore complessivo stimato 350.000 euro).  Sono state contestate violazioni per un totale di 90.000 euro.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com