Sottrae cellulare e passaporto alla compagna, arrestato pensionato stalker

CASANDRINO -I poliziotti del Commissariato Frattamaggiore, hanno arrestato Luigi Salomone, 65enne pensionato di Casandrino. L’arresto è avvenuto sulla base di un provvedimento del Tribunale di Napoli che in aggravamento ad una precedente misura che lo sottoponeva agli arresti domiciliari, lo ritiene responsabile dei reati di atti persecutori, incendio doloso ed evasione dagli arresti domiciliari. Il 65enne aveva intrattenuto una lunga relazione affettiva con una cittadina ucraina. Con il passare del tempo, l’uomo era divenuto sempre più geloso, ossessivo e minaccioso. La donna aveva tentato più volte di porre fine alla loro relazione, ma il 65enne l’aveva minacciata e sottoposta a violenze fisiche e psicologiche. La vittima delle angherie del pensionato di Casandrino, aveva anche subìto la distruzione delle suppellettili di casa e la sottrazione sia del telefono cellulare che del passaporto. Lo stato di sudditanza psicologica le aveva impedito di reagire e denunciare l’uomo fino a quando, grazie all’aiuto di conoscenti, ha trovato la forza di recarsi in Commissariato. L’uomo era stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari ma col tempo, aveva ottenuto la misura del divieto di dimora di cui però aveva subito abusato. Lo scorso 28 luglio i poliziotti di Frattamaggiore dovettero infatti intervenire presso l’abitazione della vittima in quanto Salomone vi si era recato per minacciarla. L’autorità giudiziaria aveva quindi ripristinato la misura cautelare degli arresti domiciliari. La scorsa settimana, gli agenti sono dovuti intervenire ancora una volta presso l’abitazione della vittima: qualcuno aveva versato del liquido infiammabile sotto la porta d’ingresso dandovi poi fuoco. Solo il rapido intervento della vittima e di sua sorella aveva impedito che l’appartamento prendesse fuoco. Nel giro di poche ore i poliziotti avevano anche scoperto che ad appiccare l’incendio era stato Salomone. Ieri gli agenti lo hanno pertanto raggiunto presso la sua abitazione, arrestato e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online