Terremoto, il Nolano si riversa in strada: telefonini in tilt

Paura. Gente in strada. Interi quartieri in fibrillazione. Da Nola a Cicciano fino al Baianese la scossa con epicentro in Matese è stata avvertita distintamente. Ed ha seminato il panico. A Cicciano come a Nola le persone si sono riversate in strada, interrompendo le normali attività. Sirene antifurto in tilt, sia nelle case che nelle auto, locali della Movida preserale svuotati dalla paura del terremoto. Un sisma sentito distin tamente in tutti comuni del Nolano, come a Visciano, la comunità più in alto, dove il movimento sussultorio ha interrotto la messa in corso nel Santuario della Madonna del Carpinello. La terra ha tremato nel Baianese, dove non sono mancate scene di panico.

Ma il terremoto ha creato e sta creando anche altri disagi. Per oltre un’ora c’è stato un black out per i cellulari: impossibile chiamare per le linee sovraccariche. Telefoni impazziti, tutti che chiamavano tutti. Ora una calma apparente.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online