Un fulmine danneggia l’orologio del Convento ad Avella, parte la colletta popolare per aggiustarlo

orologioconvento_avelladi Bianca Bianco 

AVELLA- Un fulmine ha interrotto il ticchettio che da anni scandisce il tempo a Piazza Convento. Da allora l’orologio del Convento è fermo, bloccato sulla stessa ora dalla scarica elettrica che ne ha bruciato il generatore e fermato l’incalzare delle lancette.

Un piccolo grande danno per la comunità avella che all’ombra del convento dei Frati francescani è vissuta. Ripararlo costa 3mila euro, troppi per padre Federico, ultimo anziano monaco della struttura. Il combattivo francescano ha così diffuso un appello agli avellani: “Fate partire una coletta”.

Padre Federico d’Andrea domenica scorsa durante l’omelia  ha chiesto aiuto ai fedeli perché sostenere le spese dell’edificio sacro è quasi impossibile. Dopo il suo appello è partita la mobilitazione popolare, non solo per riattivare l’orologio ma anche per contribuire a tutte le opere dei francescani.

Print Friendly, PDF & Email