Calcio, il borsino delle squadre nolane: Cicciano riparte, Sporting si guarda alle spalle, Cimitile punta i play off

di Saverio Quatrano

Col primo fine settimana del nuovo anno, sono ripartiti i campionati di Promozione ed Eccellenza, che quest’anno vedono impegnate tre squadre del nolano : Cimitile e Sporting Nola in promozione, mentre il  Cicciano  sta disputando il girone B di Eccellenza. Il Cimitile e lo Sporting sono impegnate nel girone A  , con i nolani che  a 20 punti devono guardarsi alle spalle per non essere immischiati nella lotta per i play out, mentre i granatieri con 26 punti, per la stessa ammissione del dirigente  Gaspare Scala, possono lottare per un posto nei play off che attualmente dista tre punti. Nella prima giornata del girone di ritorno lo Sporting tra le mura amiche  ha pareggiato col risultato di 1 a 1con la Sessana terza in classifica  , conquistando un punto prezioso per la rincorsa alla salvezza. Male invece il Cimitile, che in trasferta ne prende tre dal Celolle , che con i primi tre punti del 2014 raggiunge proprio gli uomini del presidente Iovino. La formazione di mister Minichini conferma di essere la squadra dai due volti : vincente e convincente in casa, deludente e q mai vincente in trasferta. Per puntare ai play off c’è bisogno di un cambio di marcia anche fuori dal Peluso, dove i granatieri o hanno una ruolino di marcia che fa sognare l’Eccellenza.  Chi invece già milita in  Eccellenza è  il Cicciano, che dopo la scomparsa del Nola dalla serie D, è la squadra che disputa il campionato di maggiore importanza tra le formazioni dell’agro nolano. I biancorossi dopo un girone d’andata disastroso con 10 punti  in 15 partite, hanno sconfitto per 5-0 il Sant’Antonio Abate, che prima del match del Magnotti precedeva di sei lunghezze la formazione ciccianese. La squadra di Galluccio ha giocato una gran bella partita,  con i nuovi arrivati dal mercato di dicembre che hanno fatto vedere di essersi subito integrati nel gruppo. Aprea e Angieri ed Esposito sono andati in rete, Sansone ha fornito due assist e Iacopo Visone si è procurato il rigore che Barbati ha trasformato. Da applausi anche la prova dell’attaccante classe 96 Montagnolo, che uscito dal campo a dieci minuti dalla fine si è guadagnato la standing ovation del Magnotti.   Nelle prossime quattro gare il Cicciano affronterà quattro scontri salvezza :  Calpazio ed Eclanese in trasferta, Poseidon e Ariano Irpino in casa. La salvezza passa soprattutto per i prossimi quattro match, dove i biancorossi dovranno dare continuità alla manita rifilata al Sant’Antonio. L’unica nota stonata in casa Cicciano dopo il vittorioso match col Sant’Antonio, è la situazione della panchina di mister Galluccio. A preoccupare il tecnico di Tufino non sono le scelte della società, che ha sempre avuto fiducia nel suo operato, ma le condizioni della sua panchina decisamente traballante. Come si può notare dalla foto, nella partita di sabato scorso al Magnotti, la panchina biancorossa si presentava  in condizioni assolutamente non  opportune per disputare una gara del massimo campionato regionale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online