Chi sarà l’anti-Biancardi? “Nola che cambia” si presenta alla città in vista delle elezioni 2014

nolacambiaNOLA- Il 2014 sarà l’anno delle elezioni a Nola. Da mesi impazza il toto-candidato per la carica di sindaco della città dei gigli. Una sfida elettorale che nelle ultime battute del 2013 ha “sparato” i primi colpi. E’ nata “Nola che Cambia”, la coalizione di cittadini, partiti, movimenti ed associazioni che vuole contrapporsi al centrodestra che da dieci anni governa la città e che sarà rappresentato anche alle prossime consultazioni comunali da Geremia Biancardi.

In una “Casa del Mutilato”, storico luogo di incontro delle voci del centrosinistra e dell’alternativa, piena di cittadini, si è consumato il 30 dicembre scorso il primo atto dell’alleanza elettorale tra Città Viva, Partito Democratico, Centro Democratico, Nola Now e Sinistra Ecologia e Libertà, Accan. La coalizione vuole essere alternativa, ma alternativa al governo, e per questo ha introdotto il meccanismo delle primarie (che si svolgeranno il 23 febbraio) per individuare il candidato a sindaco. Bocche cucite sui nomi, ma in pole ci sono l’avvocato Raffaella Mauro, già ‘reggente’ del Pd dopo il commissariamento e Mariafranca Tripaldi. In questi mesi si sono poi fatti i nomi di Franco Ambrosio e Massimiliano Manfredi. Ma quest’ultimo ha più volte chiarito che seguirà il proprio percorso da parlamentare.

Il progetto di “Nola che cambia” si fonda su alcuni aspetti cardine: rilancio dell’economia e del commercio locale, valorizzazione e messa a sistema dei beni culturali, salvaguardia dell’ambiente e dell’economia agricola del territorio.

Obiettivi chiariti nella carta di intenti presentata al pubblico nel corso della serata di presentazione della coalizione.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online