Il Comune non paga e la ditta se ne va, caos rifiuti a Nola

Immagine generica,fonte Internet

Immagine generica,fonte Internet

NOLA- Il Comune non paga la ditta e resta senza servizio di ritiro e smistamento della frazione organica. L’ente affida l’attività ‘in extremis’ alla Buttol, azienda che si occupa già dello spazzamento, della raccolta e del trasporto dei rifiuti solidi urbani in città.

La vicenda è avvenuta la settimana scorsa quando, dopo un anno e mezzo di servizio l’impresa di Pagani appaltatrice del servizio di ritiro e smistamento dell’umido ha ‘mollato’ l’ente a causa di mancati pagamenti. Il contratto, siglato nel maggio del 2012 e della durata di 24 mesi per un costo di oltre un milione di euro, prevedeva a carico del Comune il pagamento mensile delle fatture ed a carico della ditta l’obbligo di non sospendere l’attività trattandosi di servizio di pubblica utilità.

A tre mesi dalla scadenza (il 30 aprile prossimo)  del rapporto contrattuale, però, a causa dei ritardi nei pagamenti e nonostante il piano di rientro concordato con l’ente, la ditta salernitana ha sospeso il fondamentale servizio. Era il 15 gennaio.

Al caos ha sopperito la Buttol, titolare di altre mansioni nell’ambito della gestione della nettezza urbana in città, che ha dato la disponibilità a trovare un impianto autorizzato in cui conferire l’organico.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online