Amianto in due strade di Nola, denuncia degli ambientalisti- FOTO

NOLA- La Federazione Assocampaniafelix ha presentato una denuncia contro ignoti ai carabinieri del Comando di Nola. I siti rinvenuti al Rione Simonelli e in via Cinque Moggie, scrivono gli attivisti,  sono stracarichi di rifiuti misti, tra cui lastre e quattro cappe fumarie in Eternit, adagiati su rifiuti urbani inceneriti da mesi. Presentato esposto anche al Comune, Polizia Provinciale e Corpo Forestale dello Stato.

“A Rione Simonelli sussiste la situazione più grave – ha dichiarato Gennaro Esposito, delegato dell’Assocampaniafelix – Circa un quintale di Eternit e ben quattro canne fumarie del pericoloso materiale sono state abbandonate sul margine della strada di campagna confinante con Saviano, mettendo a repentaglio la salute pubblica”. “Inoltre – prosegue il delegato – abbiamo ricevuto segnalazioni che nei paraggi della discarica abusiva c’è una vecchia masseria abbandonata, abitata da nomadi, che arrecano disturbo ai residenti del Comune di Saviano”. La battaglia per un ambiente salubre non si placa, anche dopo l’approvazione del decreto Terra dei Fuochi, che, sostiene Esposito “presenta lacune e vistose incongruenze soprattutto in materia di prevenzione sanitaria e repressione del fenomeno ecomafioso”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online